Paternò, sull’addizionale IRPEF è ancora guerra. Nino Naso lancia raccolta firme contro il sindaco Mauro Mangano

Sharing is caring!

sindaco-mauro-mangano-1716x700_c

Comunicato stampa di fuoco dell’ex candidato sindaco Nino Naso. Tiene ancora banco la votazione dello scorso 1 ottobre sull’addizionale IRPEF a Paternò, che ha innalzato la tassa al massimo consentito dalla legge, cioè lo 0,8xmille. E la successiva polemica legata alla votazione sulla pregiudiziale consiliare presentata dalla maggioranza. Dice Nino Naso: “Sull’addizionale è l’atto finale, il grande scempio è stato consumato”. Ed attacca frontalmente il primo cittadino: “Mangano ha reclutato dei consiglieri di opposizione, pur di approvare la tassa. Vergogna”.

A TU PER TU – Naso parla direttamente con chi ha permesso che si arrivasse a questo punto: “Cari Mangano e company, i cittadini sono indignati e reagiranno, sempre e comunque all’insegna della civiltà e della legalità. Si opporranno con forza a questa delibera illegittima e ingiusta. Quest’ultimo atto da parte di un sindaco privo di amore e di attenzione verso la sua città è il colpo di grazia nei confronti di tutti quei cittadini paternesi onesti e laboriosi”. Poi l’iniziativa popolare: “La città tutta darà un segnale forte contro questa amministrazione: per la prima volta nella storia di Paternò i cittadini firmeranno per dire “NO” all’addizionale IRPEF. Così giustizia sarà fatta”. E conclude: “Presto verranno allestiti dei banchetti nei vari angoli della città, dove ogni cittadino, con la sua firma, potrà finalmente opporsi e reagire all’operato di questo sindaco e dei suoi complici”.

Leave a Reply

Submit Comment
*
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.