04242018FREEDOM FLASH:


Luigi DI Maio

Questo ragazzo ha bloccato l’Italia

di Andrea Di Bella Su una cosa fondamentale i Cinquestelle hanno sottovalutato il Paese e la politica: la mediazione. I militanti e gran parte degli eletti (oltre che la maggioranza di quei tanti elettori che hanno pensato di potersi fidare
silvio-berlusconi-gty-180306

Fermi tutti, Silvio può tornare leader

di Andrea Di Bella A dire il vero per alcuni non ha mai smesso di esserlo. Il fondatore di Forza Italia, anni 82 e già presidente del Consiglio dei Ministri per un tempo lungo addirittura più di quello in cui a governare l’Italia fu
Luigi Di Maio, capo politico del M5S

Il bisbetico Di Maio

di Andrea Di Bella La quadra politica composta per l’elezione dei presidenti di Camera e Senato poteva, e per certi versi doveva, passare anche per un futuribile Esecutivo a guida Centrodestra-M5S. L’asse tra Salvini per il Centrodestra,
Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato della Repubblica

State attenti a Casellati

di Andrea Di Bella La partita per l’elezione dei vertici parlamentari ha sancito un perimetro virtuale su cui sarà certamente possibile lavorare per la formazione di un nuovo Esecutivo. L’asse Centrodestra-M5S ha tenuto e le elezioni
La sala del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi.

Ma che Governo sarà?

di Paola Rosselli* Passata la sbornia delle elezioni e della campagna elettorale forse più cruenta e impegnativa della storia repubblicana, ed eletti i presidenti di Camera e Senato, la domanda delle domande di queste ore è: che Governo sarà?
Matteo Salvini, segretario della Lega

Salvini ha tradito

di Andrea Di Bella Comunque la si pensi e comunque andrà oggi in occasione della votazione per il nuovo vertice di Palazzo Madama, nulla nel Centrodestra sarà più come prima. L’atteggiamento posto dal leader della Lega in occasione
La Camera dei Deputati Italiana

Elezione vertici Camere: un tavolo di trattativa Centrodestra-M5S

di Andrea Di Bella Il tavolo congiunto del Centrodestra ha sancito due cose. La prima: l’unità degli alleati, dopo giorni di fibrillazioni che davano Salvini e Di Maio già accasati per un Governo. La seconda: un’indiscutibile e
Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia

Berlusconi torna centrale. Forza Italia verso Presidenza del Senato

di Andrea Di Bella Silvio Berlusconi torna ancora centrale, contrariamente a ciò che anche i più ossequiosi cortigiani avevano pronosticato all’indomani del voto del 4 marzo. La trattativa con Salvini, che più che una trattativa sembra
salvini berlusconi

Camere e Governo. Sfida tra Centrodestra e blocco M5S-Pd

di Andrea Di Bella Il gioco si fa duro. Nel momento in cui le ipotesi per la formazione di un nuovo Esecutivo si facevano difficili, il campo visivo (e di battaglia) si sposta sul Parlamento. Matteo Salvini ha alzato il telefono, da buon leader,
vvv

Un dopo-voto estenuante. Le quattro ipotesi sul tavolo di Mattarella

di Andrea Di Bella Quando Renzi annunciò le sue dimissioni da segretario del Partito Democratico disse anche che il partito non avrebbe mai fatto un Governo con “gli estremisti”, riferendosi al M5S ed in special modo a Matteo Salvini,
Matteo Renzi, segretario dimissionario del Pd

Ha distrutto tutto, ma ha un asso nella manica

di Andrea Di Bella Il segretario non molla. Anzi si, anzi no. Matteo Renzi ha portato il Partito Democratico ad un livello di isteria politica senza precedenti. “Se perdiamo non mi dimetto”, aveva detto prima del voto. Poi tutti
renzi di maio

No a Luigi Di Maio e Matteo Renzi. Votare M5S e Pd pericolo per l’Italia

di Andrea Di Bella Chi scrive si è più volte confrontato vis à vis, ed anche su quella piazza talvolta violenta dei social, sul voto di oggi. Ad ogni argomento, ad ogni punto sui programmi, ad ogni spunto della rassegna stampa, le risposte
Alcuni cittadini leggono un manifesto DC nel 1985 a Catania.

Politici ed elettori sono scomparsi. Ma nessuno li cerca

Caro direttore, approfitto dell’ospitalità che vorrai concedermi per dare corpo ad alcune considerazioni che mi frullano in testa. E che riguardano un fatto che mi pare oggettivo: se le tv fossero spente e i computer bloccati, niente
tre_leader-kQCH-U0JxdQtMK2AylF2-1024x576@LaStampa.it

Il Centrodestra su, il Pd va giù (grazie a Pietro Grasso) e l’inutilità grillina

di Andrea Di Bella Si rasserena il cielo del Centrodestra in vista delle prossime elezioni Politiche nazionali previste con ogni probabilità per il prossimo mese di marzo. Non lo dicono i giornalisti, ma tutti i sondaggi che fino a qualche
Nello Musumeci, governatore del Centrodestra in Sicilia.

In Sicilia sta per vincere il buongoverno contro gli sfascisti Cinquestelle

di Andrea Di Bella Il Centrosinistra affonda, Alfano cancellato dall’Ars, Grillo primo partito, il Centrodestra unito è al 40% trainato da Forza Italia. E’ questo il dato che si va delineando in modo sempre più netto a favore
Nello Musumeci, candidato presidente unitario del Centrodestra in Sicilia.

Domani liberiamo la Sicilia. Votiamo per Musumeci

di Andrea Di Bella Una raccomandazione doverosa: domani andiamo tutti a votare. Probabilmente è l’occasione elettorale più importante cui i siciliani siano mai stati chiamati a partecipare. La prima volta in cui il pericolo di consegnare
stupro

“Lo stupro? Un rapporto normale”

di Giuliano Guzzo «Lo stupro è un atto peggio ma solo all’inizio, poi la donna diventa calma ed è un rapporto normale». Detta teorizzazione dello stupro quale gesto nella norma ha per autore tale Abid Jee, 24 anni, di Crotone ma residente
A sinistra Adolfo Messina, allora presidente di Pubbliservizi, insieme a Rosario Crocetta, presidente uscente della Regione Siciliana e riferimento politico di Messina.

LA GIUSTIZIA ESISTE

di Andrea Di Bella Una macchina criminosa messa in piedi al fine di garantire vantaggi economici personali per sé e per i cosiddetti componenti del “cerchio magico”, vale a dire tutti quei dipendenti che dichiaravano con i loro
Lampedusa, nuovi sbarchi di immigrati

Ong sul Mediterraneo, le intoccabili

di Giuliano Guzzo Tutti contro Carmelo Zuccaro, il procuratore di Catania reo di indagare su alcune Ong che, sul Mediterraneo, avrebbero collaborato con gli scafisti. Sono difatti giorni chequest’uomo e la sua tesi vengono ridicolizzati,
L'ex sindaco di Paternò Mauro Mangano.

Paternò. Mauro Mangano il distruttore

di Andrea Di Bella La campagna elettorale è iniziata. C’è il giornalista Distefano con la sua coalizione politica (a suo sostegno molto probabile anche una scesa in campo di Forza Italia con le effige di partito), ci sarà un candidato
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.