09222018FREEDOM FLASH:


Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia

Berlusconi blocca il partito unico

di Andrea Di Bella Niente da fare per il partito unico del Centrodestra. Silvio Berlusconi, da cui si attendevano in queste ore segnali di apertura circa un nuovo raggruppamento in chiave unitaria e non più federalista del Centrodestra, ha
Salvini e Berlusconi

Serve il partito unico del Centrodestra

di Andrea Di Bella È tutto molto diverso da come se lo era immaginato Silvio Berlusconi. Il leader della Lega, che il Cavaliere aveva sempre pensato di potere addomesticare come in passato aveva fatto con Umberto Bossi, si è trasformato in
IMG_0832

Paternò, dopo tragedia di Genova partita la polemica sul ponte di Corso Italia

di Andrea Di Bella Di ieri e di oggi, a margine della tragedia consumatasi nella città di Genova con il crollo di un’ampia parte del Ponte Morandi, la polemica montata a Paternò e sui social da parte di uno sparuto gruppo di cittadini
Meloni, Berlusconi e Salvini

Serve il partito unico del Centrodestra

di Andrea Di Bella Questa opposizione di Forza Italia alla Lega ed in speciale modo a Matteo Salvini è non solo controproducente per il Centrodestra ma anche inutile, perché non fa altro che irrobustire ed in casi particolari far accanire
Nino Naso, sindaco di Paternò

Paternò, serve un cambio di passo

di Andrea Di Bella Nella città di Paternò vi è un’Amministrazione eletta da un anno. Oggi, come esattamente un anno addietro, numerosi furono gli entusiasmi. Legittimi e corrispondenti alle aspettative degli elettori le cui intenzioni
1527869076-getty-20180601174154-26538067

Sul Governo non c’è dubbio: ha vinto Salvini

di Andrea Di Bella Il Governo è fatto. Il presidente del Consiglio e i diciannove ministri hanno giurato nelle mani del presidente della Repubblica al salone delle feste del Quirinale. Parte finalmente la legislatura, con le emergenze che si
Il presidente Mattarella al termine delle consultazioni al Quirinale (Lapresse)

Mattarella l’ha fatta grossa

di Andrea Di Bella Il dado è tratto. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto ieri al Quirinale il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, inaspettatamente a seguito di un preliminare ed ulteriore incontro con
Matteo Salvini. Sullo sfondo Silvio Berlusconi.

SALVINI, NON DOVEVI

di Andrea Di Bella La partita per il nuovo Esecutivo la giocano due giovani politici: uno con una media esperienza, mai stato al Governo, segretario del suo partito da pochi anni, europarlamentare e prima consigliere comunale. L’altro
Matteo Salvini con i capigruppo Centinaio e Giorgetti

Il Governo Lega-M5S non si farà

di Andrea Di Bella Prima Luigi Di Maio e poi Matteo Salvini. Al Quirinale, dopo le consultazioni di ieri con il Capo dello Stato, hanno parlato in quest’ordine di fronte alla stampa. Ed è anche l’ordine che ha fatto la differenza,
Sergio Mattarella, presidente della Repubblica

L’errore di Mattarella

di Andrea Di Bella Il presidente della Repubblica ha deciso. Durante le dichiarazioni di ieri alla vetrata al Quirinale, il Capo dello Stato ha annunciato che provvederà all’individuazione di una personalità “terza” rispetto
Luigi Di Maio. Sullo sfondo Matteo Salvini

Di Maio cede il manico del coltello a Salvini. Centrodestra verso pre-incarico

di Andrea Di Bella Esattamente così. Il capo politico del M5S trasformatosi da movimentista in democristianista non piace alla base del suo movimento, e gli elettori mandano un segnale dal Nord. Le elezioni regionali friulane sono tutt’altro
Luigi DI Maio, ministro del Lavoro

Di Maio rappresenta un pericolo per la libertà d’opinione in Italia

di Andrea Di Bella Se quelle parole le avesse pronunciate qualcun’altro, vi sarebbe certamente stata una levata di scudi interminabile e perfino patetica. Ma a pronunciare quella frase è stato il cosiddetto capo politico pentastellato,
Luigi DI Maio

Questo ragazzo ha bloccato l’Italia

di Andrea Di Bella Su una cosa fondamentale i Cinquestelle hanno sottovalutato il Paese e la politica: la mediazione. I militanti e gran parte degli eletti (oltre che la maggioranza di quei tanti elettori che hanno pensato di potersi fidare
silvio-berlusconi-gty-180306

Fermi tutti, Silvio può tornare leader

di Andrea Di Bella A dire il vero per alcuni non ha mai smesso di esserlo. Il fondatore di Forza Italia, anni 82 e già presidente del Consiglio dei Ministri per un tempo lungo addirittura più di quello in cui a governare l’Italia fu
Luigi Di Maio, capo politico del M5S

Il bisbetico Di Maio

di Andrea Di Bella La quadra politica composta per l’elezione dei presidenti di Camera e Senato poteva, e per certi versi doveva, passare anche per un futuribile Esecutivo a guida Centrodestra-M5S. L’asse tra Salvini per il Centrodestra,
Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato della Repubblica

State attenti a Casellati

di Andrea Di Bella La partita per l’elezione dei vertici parlamentari ha sancito un perimetro virtuale su cui sarà certamente possibile lavorare per la formazione di un nuovo Esecutivo. L’asse Centrodestra-M5S ha tenuto e le elezioni
La sala del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi.

Ma che Governo sarà?

di Paola Rosselli* Passata la sbornia delle elezioni e della campagna elettorale forse più cruenta e impegnativa della storia repubblicana, ed eletti i presidenti di Camera e Senato, la domanda delle domande di queste ore è: che Governo sarà?
Matteo Salvini, segretario della Lega

Salvini ha tradito

di Andrea Di Bella Comunque la si pensi e comunque andrà oggi in occasione della votazione per il nuovo vertice di Palazzo Madama, nulla nel Centrodestra sarà più come prima. L’atteggiamento posto dal leader della Lega in occasione
La Camera dei Deputati Italiana

Elezione vertici Camere: un tavolo di trattativa Centrodestra-M5S

di Andrea Di Bella Il tavolo congiunto del Centrodestra ha sancito due cose. La prima: l’unità degli alleati, dopo giorni di fibrillazioni che davano Salvini e Di Maio già accasati per un Governo. La seconda: un’indiscutibile e
Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia

Berlusconi torna centrale. Forza Italia verso Presidenza del Senato

di Andrea Di Bella Silvio Berlusconi torna ancora centrale, contrariamente a ciò che anche i più ossequiosi cortigiani avevano pronosticato all’indomani del voto del 4 marzo. La trattativa con Salvini, che più che una trattativa sembra
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.