05212019FREEDOM FLASH:


Paternò, il consigliere Fallica risponde al direttore Di Bella: “Amministrazione immobile”

1622589_10201295246369270_679323763_n

LEGGI LA LETTERA DEL DIRETTORE EDITORIALE DI FREEDOM24, ANDREA DI BELLA, AL CONSIGLIERE COMUNALE DI PATERNO’ SALVATORE FALLICA

Caro Andrea, in merito alla situazione mia e del gruppo Cittadini in Comune rispetto all’amministrazione comunale di Paternò, è ormai risaputo che ci poniamo decisamente in modo critico, per i motivi che ho e abbiamo espresso in modo chiaro e duro, anche attraverso dichiarazioni alla stampa e attraverso documenti ufficiali, condivisi da tutti i componenti, anche resi pubblici in assise comunale.

Le scelte, e soprattutto le “non scelte” di questo Sindaco e della sua Giunta, con il sostegno acritico e silenzioso di una grossa fetta di maggioranza, ha portato alla situazione di immobilismo che viviamo adesso. Problemi annosi, ereditati come la spazzatura, la condizione del manto stradale cittadino, il fermo edilizio, i cimiteri, lo stallo della macchina amministrativa e molto altro, sono ancora attuali se non alcuni addirittura peggiorati. E se aggiungiamo che non si ha la minima idea di una programmazione di sviluppo economico, culturale e di rilancio dell’immagine della nostra città, la rabbia è completa. Io stesso, e a volte tutto il gruppo, ho presentato idee e progetti concreti: proposte per il rilancio edilizio, progetto per la mobilità sostenibile (viabilità in particolare), adesione ad un libero consorzio che raggruppi i comuni del Simeto e della Piana di Catania agrumetati (per dare forza alla nostra agrumicoltura), progetto itinerari turistico-culturali e “La citta adotta un monumento”, progetti per la sicurezza nella nostra città ed altro ancora. Cose fattibili anche senza il bisogno di finanziamenti, considerata la crisi che viviamo. Anzi alcuni di questi creerebbero ulteriore ricchezza per il comune e i privati. Tutte queste cose, e altre più piccole, giacciono nei tavoli del sindaco e degli assessori competenti con poche speranze di attuazione. Tanti di questi progetti abbiamo cercato di condividerli con gli alleati del Pd, ma invano.

Tu, Andrea, parli poi di sostegno a questa amministrazione in consiglio. Però tieni conto che diverse cose importanti (da ottobre in poi), sono state votate senza la presenza di alcuni di noi, ma con l’ausilio di pezzi della cosiddetta opposizione, che addirittura ha tenuto il numero legale in assise (purtroppo si parla poco di questo). Infine, il nostro Sindaco, invece di affrontare i problemi della città, crede di liquidare la faccenda dichiarando di “prestare attenzione alle esigenze del gruppo di Cittadini in Comune sulla richiesta di posti di governo”. Voglio precisare che da parte del gruppo non è stata avanzata alcuna richiesta di poltrone, perché non è stata mai condivisa – tutti insieme – tale linea. Se il nostro capogruppo ha parlato di questo, è stato solamente per sottolineare come tutti i posti di governo sono in mano al Pd, soprattutto dopo il passaggio del presidente del consiglio comunale Laura Bottino. Questo non vuol dire necessariamente che pretendiamo alcuna spartizione. A tutto il gruppo ha sempre interessato il rilancio dell’attività amministrativa, come testimoniano i nostri documenti ufficiali. Pertanto, se il sindaco propone di “pensare” a noi per qualche “poltrona”, lo fa solamente di univoca iniziativa.

Caro Andrea, te lo dico con grande fermezza: noi continueremo a votare provvedimenti che fanno parte del programma iniziale di questa maggioranza, e continueremo a criticare (con proposte, come sempre), fortissimamente, provvedimenti dubbi e l’immobilismo di questa amministrazione. Tanto si doveva.

Turi Fallica, consigliere comunale Cittadini in Comune

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SUI SOCIAL
    Chiudi

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.