“50 euro per votare Renzi”. Indaga la Procura

Sharing is caring!

renzi

Matteo Renzi, premier e segretario del Pd

È stato Maurizio Martigli, fiorentino di 55 anni, come racconta ilTempo, a denunciare il fatto all’autorità giudiziaria. “Fui contattato da un cliente che abitualmente frequentava la rosticceria in cui lavoravo – si legge nell’esposto depositato il 5 gennaio 2015 – e mi venne proposto un accordo: votare Matteo Renzi alle primarie per far sì che le potesse vincere. Tutto questo era pagato con un compenso di 50 euro + 15 per la tessera del Pd che mi sarebbe stata fatta al circolo “Vie Nuove”, situato in via Giannotti, prima della votazione”. “Ti offriamo 50 euro per votare Matteo Renzi alle primarie”. La Procura di Firenze ha quindi aperto un fascicolo sulla base della denuncia di un presunto voto di scambio a favore dell’attuale presidente del Consiglio dei ministri, che l’8 dicembre 2013 venne eletto segretario del Pd con il 68% delle preferenze, seminando Gianni Cuperlo e Pippo Civati

Leave a Reply

Submit Comment
*
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.