La Russia sanziona Sassoli e altri 7 responsabili Ue

Sharing is caring!

David Sassoli, presidente del Parlamento UE. EPA/YVES HERMAN/POOL

La Russia “in risposta alle misure limitative introdotte il 2 e il 22 marzo di quest’anno nei confronti di sei cittadini russi” ha sanzionato il presidente del Parlamento Ue David Sassoli e altri 7 responsabili europei vietando loro l’ingresso nel Paese. Lo riporta l’agenzia Interfax.

Appena appresa la notizia delle sanzioni russe, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, secondo quanto si apprende, ha sentito immediatamente il presidente del Parlamento europeo David Sassoli per esprimergli “piena solidarietà”. “Le sanzioni russe al Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, atto di ostilità senza precedenti. Il Pd tutto reagisce con durezza, a difesa della democrazia europea. E continuiamo a chiedere con ancora più forza la liberazione di #Navalny.” Lo scrive in un tweet il segretario del Pd Enrico Letta. 

“Solidarietà a David Sassoli, Vera Jurova e altri esponenti europei colpiti dalle sanzioni russe. Tanto ingiustificate quanto inutili“, così il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, su Twitter.

La mia piena solidarietà al presidente del Parlamento europeo David Sassoli, colpito dalle sanzioni decise dal governo russo. Un gesto di ostilità incomprensibile, non compatibile con i valori della democrazia europea e con i principi del diritto internazionale”, scrive in un tweet il presidente della Camera Roberto Fico. Ansa

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.