Covid. Da oggi in vigore le nuove regole: ecco cosa cambia

Sharing is caring!

Green pass (Freedom24News/ADB)

Da oggi lunedì 10 gennaio entrano in vigore le nuove regole legate al Super Green Pass. Il certificato verde rafforzato, che si ottiene solo con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid-19, serve ora per accedere a diversi servizi. Inoltre, da oggi si riduce la distanza temporale per poter ricevere la terza dose. Le nuove regole sul Green Pass rafforzato sono contenute nel Decreto dello scorso dicembre: da oggi valgono in tutta Italia, indipendentemente dal colore della Regione e restano in vigore fino al 31 marzo 2022, quando si conclude lo stato d’emergenza (se non ci saranno altri rinvii legati alla situazione epidemiologica).

Il Super Green Pass serve per utilizzare i mezzi di trasporto pubblico o privato di linea: è quindi necessario per prendere aerei, treni, navi e traghetti, autobus e pullman di linea che collegano più di due Regioni, autobus e pullman adibiti a servizi di noleggio con conducente, mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale.

Fanno eccezione i mezzi pubblici da e per le isole minori, per i quali dal 10 gennaio al 10 febbraio basta il Green Pass base. Lo dispone un’ordinanza del ministero della Salute, adottata su proposta del ministero dei Trasporti. Un provvedimento valido per soli motivi di salute e di studio“. L’ordinanza stabilisce inoltre che il trasporto scolastico dedicato non è equiparato al trasporto pubblico locale in merito alla disciplina del Green Pass ed è accessibile fino al 10 febbraio agli studenti anche sopra i 12 anni con solo obbligo di mascherina Ffp2.

Il provvedimento prevede il Green Pass base per “l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico per gli spostamenti da e per le isole minori e della Laguna di Venezia per documentati motivi di salute e di frequenza – per gli studenti di età pari o superiore ai 12 anni – dei corsi di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado, fermo restando l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2“. L’ordinanza è estesa anche alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano. Diventa necessario il Green Pass rafforzato anche per l’accesso agli impianti di risalita nei comprensori sciistici.

Per quanto riguarda bar e ristoranti, il Super Green Pass era già necessario per le consumazioni al banco e al tavolo al chiuso, mentre da oggi serve anche per le consumazioni all’aperto. Serve la certificazione verde rafforzata, da oggi, anche per alloggiare nelle strutture ricettive e per usufruire dei servizi di ristorazione interni, al chiuso e all’aperto. Serve il Super Green Pass anche per l’attività sportiva o motoria, all’aperto e al chiuso, in palestre, piscine, centri natatori. Green Pass rafforzato anche per l’accesso agli spogliatoi e alle docce. Necessario anche per sport di squadra e attività sportiva in centri e circoli sportivi, all’aperto e al chiuso, e per sport di contatto al chiuso.

Green Pass rafforzato, da oggi, anche per l’accesso a mostre, musei e altri luoghi della cultura, compresi archivi e biblioteche. Serve anche per i centri culturali, centri sociali e ricreativi (in tutti i casi, sia all’aperto sia al chiuso). Senza Green Pass rafforzato non si può partecipare a feste conseguenti a cerimonie civili e religiose, né a sagre e fiere, anche su aree pubbliche, né a convegni e congressi, sia all’aperto sia al chiuso.

Serve la vaccinazione o la guarigione dal Covid per l’accesso ai centri benessere (all’aperto e al chiuso) e – sempre all’aperto e al chiuso – ai centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e le attività riabilitative o terapeutiche). Super Green Pass anche per l’ingresso in parchi tematici e di divertimento. Da oggi, il Green Pass rafforzato è necessario anche per l’accesso a sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò. Da oggi cambiano – e si accorciano – anche i tempi per la somministrazione della dose booster/terza dose del vaccino anti-Covid: sarà possibile riceverla dopo almeno 4 mesi dalla conclusione del ciclo primario, anziché 5. Si aprono, inoltre, le somministrazioni della dose aggiuntiva per i ragazzi tra i 12 e i 15 anni.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.