Paternò. Naso: “Io sempre contrario alla Riforma di un Governo abusivo”

Sharing is caring!

nino naso

LA REPLICA DI NINO NASO A M5S ED ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI CHE NEI GIORNI SCORSI L’HANNO ACCUSATO DI ESSERE STATO PROMOTORE PER IL SI ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE E VICINO ALLE POSIZIONI DEL PD: “IO SEMPRE STATO CONTRARIO A QUESTA RIFORMA PROMOSSA DA UN GOVERNO ABUSIVO”

Le parole di Naso in un post pubblicato sul suo profilo Facebook personale: “Le bugie hanno le gambe corte. Io sono stato e sono per il No a questa Riforma appena respinta dal Popolo italiano. Contrariamente a quanto ho letto, io non ho mai e in nessuna occasione partecipato a conferenze per il Si alla Riforma e non ho mai pubblicizzato le posizioni del Si. E sono per il No perchè quando una Riforma toglie potere al Popolo, come ha cercato di fare questo Governo abusivo abolendo l’elezione diretta dei senatori, non può che suscitare la mia avversione e contrarietà. Tutto questo io l’ho spiegato innumerevoli volte a tanti amici di ogni estrazione politica, molti dei quali sostenevano il Si, ed ho anche tenuto un comportamento sui social totalmente in linea con tali posizioni, interagendo diverse volte con amici e soggetti che hanno sostenuto a spada tratta il No, pur mantenendo un atteggiamento moderato e rispettoso delle posizioni di tutti tenendomi distante dai pubblici e aspri confronti, oltre che dai botta e risposta che non mi hanno mai appassionato”.

Nei giorni scorsi sono poi stato invitato a partecipare ad un collegamento con la trasmissione “Dalla vostra parte” su Rete4, essendo stato probabilmente ritenuto un riferimento attendibile per la città, ed ho notato come diversi siano stati i soggetti politici a disturbarsi di questa mia partecipazione, tra cui gli amici dei Cinquestelle con cui in questi anni non ho mai avuto alcun problema e con i quali anzi in questo frangente ho condiviso fin dall’inizio diverse motivazioni sul Referendum. Mi hanno invitato ed ho espresso la mia posizione politica. Non ho parlato dell’Amministrazione comunale ma ho solo detto che quella del No al Referendum è stata una vittoria della gente, e lo confermo. Sono molto stupito di come alcuni consiglieri comunali, rappresentanti delle istituzioni, possano ancora perseguire la cultura del nemico ad ogni costo. Chi mi conosce sa che quello che faccio lo faccio in buonafede e per offrire un aiuto, per quanto possibile e per quanto è nelle mie possibilità, per l’amore incondizionato che mi lega alla mia città. Molti parlano di “nuovo”, altri hanno parlato e parlano ancora di “cambiamento”. Tuttavia, siccome ritengo – come già detto – che per me il Popolo è sovrano, se i cittadini ritengono e riterranno questa Amministrazione ancora all’altezza di poter proseguire non sarà certo una partecipazione televisiva in più o in meno del sottoscritto a cambiare le cose”.

Sull’Ipab, ho parlato con il commissario straordinario. Spero che si trovi una soluzione al più presto. Sono sempre vicino ai lavoratori che spesso mi chiamano e ai quali tutte le volte rispondo con grande senso di responsabilità. Questo dei dipendenti Ipab è un fatto enorme che l’Amministrazione ha il dovere di affrontare nel più breve tempo possibile, perchè 35 mensilità non ancora pagate significano una crisi senza precedenti per 16 famiglie che continuano a mostrare ancora oggi una enorme dignità, garantendo i servizi essenziali alla struttura del “Salvatore Bellia”. Così come il gravissimo problema dei 600 operatori del QE a cui va tutta la mia solidarietá nella speranza che si possano trovare le soluzioni piú adeguate. Ancora un caloroso abbraccio a tutti loro”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.