Paternò, la metropolitana un sogno che può diventare realtà

Sharing is caring!

Un momento dell’incontro di questa mattina. Nella foto da sinistra: il direttore generale della FCE ing. Salvo Fiore, il sindaco di Paternò Nino Naso, il sindaco della Città metropolitana di Catania Salvo Pogliese e l’on. Gaetano Galvagno.

Sulla metropolitana di Catania un poderoso passo in avanti in direzione della mobilità sostenibile è stato compiuto. A renderlo noto in una conferenza stampa stamane negli uffici della ex Provincia Regionale di Catania in via Nuovaluce è stato il sindaco della città metropolitana Salvo Pogliese, l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, l’ing. della FCE Salvo Fiore e l’ing. Giuseppe Galizia che ha seguito le varie fasi.

La notizia ufficializzata riguarda la richiesta di finanziamento necessario per completare la tratta Misterbianco-Paternò della metropolitana: un percorso di 11,5 Km, intervallato da 5 stazioni: Gullotti (Misterbianco), Piano Tavola, Etnapolis, Giaconia, Paternò. E proprio a Paternò la mobilità sarà ulteriormente ampliata dal “people mover” che, con un percorso di 1,5 km, congiungerà la stazione in zona Ardizzone al centro della città. La richiesta di finanziamento di 342 milioni di euro, che si aggiungono alla parte già finanziata di 115 milioni, doveva essere presentata entro il 15 gennaio scorso e ha obbligato le parti coinvolte a un tour de force durante le festività natalizie,  che assicurasse un adeguato piano urbano, un PUMS (Piano Urbano di Mobilità sostenibile), l’analisi di costi/benefici e ogni altra documentazione necessaria ad avanzare la richiesta. 

La metropolitana ha cambiato il volto della mobilità non solo a Catania ma in tutta l’area metropolitana, offrendo una soluzione concreta alla congestione del traffico, alla sicurezza sulle strade, a un generale miglioramento della qualità della vita dei cittadini, ha ricordato l’ing. Salvo Fiore.

Un altro momento dell’incontro di questa mattina. Nella foto, da sinistra: il vicesindaco di Paternò Ignazio Mannino, il sindaco di Paternò Nino Naso, l’assessore regionale delle Infrastrutture in Sicilia on. Marco Falcone, l’assessore paternese Rosanna Natoli, l’on. Gaetano Galvagno e l’on. Alfio Papale.

All’incontro è intervenuto il sindaco di Paternò Nino Naso, che ha ricordato l’impegno e la dedizione con cui sono state seguite le varie fasi che oggi hanno portato a questo importante risultato: “La sinergia con l’assessore regionale alle Infrastrutture on. Marco Falcone con il sindaco della città metropolitana Salvo Pogliese, i deputati regionali Gaetano Galvagno e Alfio Papale e con l’ing. Salvo Fiore, ci ha consentito di raggiungere un risultato tanto importante quanto storico. Questo finanziamento è di vitale importanza perché ci permetterà di raggiungere agevolmente non solo la grande città ma anche l’aeroporto Fontanarossa, migliorando la qualità della vita di molti cittadini che per questioni di lavoro, di studio, di salute ma anche di diletto, ogni giorno si recano a Catania. È un finanziamento che premia il lavoro congiunto messo in pratica dall’operato ineccepibile di tutte le parti chiamate in causa, dall’Amministrazione Comunale a quella Regionale. La presenza della metropolitana così come il “people mover”, che rappresenta per la città di Paternò un valore aggiunto – ha concluso il sindaco Naso – ci permetterà di guardare al futuro con la consapevolezza di chi sa che niente è usufruibile se non è raggiungibile. L’arrivo della metropolitana segnerà una nuova fase di sviluppo economico che certamente troverà in questa importante infrastruttura il motore propulsore per investimenti futuri che guardano al turismo, alla nostra economia, alle nostre eccellenze e sicuramente a rendere più bella e più vivibile la nostra città”. All’incontro, per Paternó, presenti anche il vicesindaco Ignazio Mannino e l’assessore Rosanna Natoli.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.