Usa 2020, la notte dei vice. E’ scontro tra Pence e Harris

Sharing is caring!

Il dibattito andrà in onda sui canali all news italiani a partire dalle ore 3:00 del mattino di giorno 8 ottobre. America incollata nuovamente davanti alla tv per quello che potrebbe essere l’ultimo duello prima del voto, se veramente quelli tra Donald Trump e Joe Biden saltassero a causa del virus. E’ la notte dei vice. Ma anche dei due potenziali presidenti, perché il 61enne Mike Pence e la 55enne Kamala Harris potrebbero subentrare in qualsiasi momento per motivi di salute a due leader così anziani, prima ancora di giocarsi le loro ambizioni nelle elezioni del 2024. Per questo motivo John Hudak, del think tank Brookings Institution, lo ha definito alla vigilia “il dibattito più importante da 40 anni, da quando sono iniziati quelli tra i vice”.

Teatro del primo ed unico confronto tra i numeri due la Kinsbury Hall della Utah University a Salt Lake City, capitale di uno Stato roccaforte repubblicana e a maggioranza mormona. Novanta minuti senza interruzioni pubblicitarie, moderatrice Susan Page di Usa Today, con l’aspirazione di far dimenticare il confronto caotico e rissoso tra i rispettivi capi.

Le prime schermaglie sono cominciate ben prima del dibattito, con lo scontro tra le due campagne sulle misure da adottare contro il virus dopo la positività di Trump. Il primo round è andato alla Harris: tra i due candidati, seduti ad una distanza di quasi 4 metri, ci sono le barriere di plexiglass che il team di Pence inizialmente non voleva. Ma il plexiglass è diventato solo un esempio plastico delle divisioni che separano i due rivali, come stile e come valori, dall’aborto alle nozze gay, dall’immigrazione alle proteste razziali. Sino alla pandemia, il terreno più scottante dopo la nuova offensiva negazionista lanciata dal presidente nonostante il virus abbia colpito lui e lo staff della Casa Bianca.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.