Palermo, firme false del M5S. C’è un super testimone

Sharing is caring!

(Da sinistra) Fabrizio Bocchino, Chiara Di Benedetto, Loredana Lupo, i gia' sicuri eletti Francesco Campanella e Riccardo Nuti e Claudia Mannino nella sede del Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle, Palermo, 25 febbraio 2013. ANSA/MIKE PALAZZOTTO

(Da sinistra) Fabrizio Bocchino, Chiara Di Benedetto, Loredana Lupo, i gia’ sicuri eletti Francesco Campanella e Riccardo Nuti e Claudia Mannino nella sede del Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle, Palermo, 25 febbraio 2013. ANSA/MIKE PALAZZOTTO

PALERMO, 11 NOV – Un attivista del Movimento 5 Stelle starebbe raccontando ai magistrati palermitani particolari sulla vicenda delle firme false per la presentazione delle liste per le elezioni comunali del 2012 a Palermo depositate in tribunale e oggetto di un’indagine in procura. Il testimone, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, avrebbe partecipato alla riproduzione delle false sottoscrizioni e starebbe facendo il nome degli altri attivisti coinvolti. I Pm palermitani che indagano sul caso, sollevato dalle rivelazioni in tv di un attivista, avrebbero sentito come persone informata sui fatti, i parlamentari Giulia Di Vita., Andrea Cecconi, Chiara Di Benedetto e Loredana Lupo.

Il testimone, che confermerebbe la storia raccontata dall’attivista in tv, si sarebbe autoaccusato e avrebbe confermato che, accortisi di un errore formale nelle indicazioni relative a uno dei sottoscrittori della lista, alcuni cinque stelle avrebbero apportato la correzione e ricopiato centinaia di firme dalle originali raccolte. Ansa

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.