Paternò, lo Statuto Comunale adeguato da I Commissione Consiglio

Sharing is caring!

Tonino Cunsolo, presidente della I Commissione Affari Generali del Consiglio Comunale di Paternò.

La prima commissione consiliare agli Affari Generali del Comune di Paternò, presieduta dal consigliere Tonino Cunsolo (e composta dai consiglieri Guido Condorelli, Martina Ardizzone, Tuccio Paternò, Giuseppe Gentile, Patrizia Virgillito e Ionella Rapisarda) ha approvato nelle scorse settimane le modifiche allo Statuto Comunale. Una modifica dovuta, per adeguare lo Statuto Comunale alle nuove normative vigenti.

A spiegare il tutto il consigliere Cunsolo, presidente della Commissione: “Lo Statuto, dopo averlo prodotto e dopo l’approvazione degli uffici, necessiterà di trenta giorni per le osservazioni pubbliche dei cittadini. Poi l’approdo in Consiglio Comunale, che per approvarlo occorreranno 16 voti, ovvero i due terzi dei consiglieri assegnati. Se non dovesse essere approvato con 16 voti, successivamente dovranno essere fatte due votazioni in cui sarà sufficiente la maggioranza assoluta, ovvero 13 voti. A seguito delle due votazioni a maggioranza assoluta, qualora approvato, il nuovo Statuto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e trasmesso al Ministero degli Interni. Attualmente lo Statuto si trova, dopo che la Giunta lo ha fatto proprio, pubblicato sul sito internet del Comune di Paternò dove per 30 giorni ogni cittadino potrà contribuire con interventi propri attraverso un’istanza. Tengo a precisare – conclude Cunsolo – che la modifica dello Statuto non viene fatta da noi liberamente ma per adeguarci a quelle che sono le leggi regionali e nazionali. Va inoltre precisato che partivamo da uno Statuto varato nel 1993, poi un adeguamento nel 2004 e quindi un nuovo adeguamento nel 2020″.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.