Paternò, virus. Le opposizioni offrono collaborazione all’Amministrazione

Sharing is caring!

COMUNICATO STAMPA di Anthony Distefano – Giuseppe Lo Presti – Mirko Oliveri (Diventerà Bellissima); Agata Marzola – Tuccio Paternò – Alfredo Sciacca – Vito Rau (Fratelli D’Italia); Francesco Rinina – Salvatore Chisari (Forza Italia); Alfio Virgolini (Osservatorio Civico “La Città”); Paolo Di Caro – Francesco Mascali (Muoviti Paternò); Concetta Sambataro (Agire); Carmelo Tirenna (Circolo Fratelli d’Italia “Giorgio Almirante” Paternò); Salvo Scuto (Forza Italia Giovani Paternò); Alfio Rapisarda (Gioventù Nazionale Paternò); Marco Filloramo, Clarissa Fiore e Salvatore Russo (Attiva).


“In un momento così delicato per la nostra Nazione e per la nostra città, crediamo sia necessario mettere da parte la contrapposizioni politiche e lavorare, tutti insieme e nei rispettivi ruoli, per il bene della nostra comunità. In primo luogo siamo consapevoli delle grandi difficoltà che l’amministrazione, si trova a dover fronteggiare in questa emergenza senza precedenti che stiamo vivendo. Proprio in quest’ottica di collaborazione, desideriamo sottoporgli alcune proposte per riuscire a fronteggiare questa crisi. Come ci viene ripetuto dalle autorità, rimanere a casa è l’unica cosa da fare in questo momento. A parte chi per ragioni di lavoro o necessità è costretto ad uscire, ancora molti cittadini non hanno ben compreso l’importanza di queste raccomandazioni. Condividiamo e sposiamo la linea dura nei confronti di chi, mettendo a rischio la salute di tutti, non rispetta i decreti del governo. Condividiamo altresì la volontà di denunciare alle autorità coloro i quali, rientrando da zone a rischio, non hanno autodenunciato alle autorità la loro presenza.

Alla luce di ciò, crediamo possa essere utile:
– Razionalizzare le forze a disposizione facendo in modo che le pattuglie possano coprire in modo più capillare il territorio.
– Valutare, così come fatto in altri comuni, la possibilità di avvalersi di forze di vigilanza privata.
– Creare, con le associazioni che hanno funzioni di ProtezioneCivile, coordinate dall’amministrazione e dalla polizia locale, presidi fissi nelle zone della città dove più frequentemente si creano
assembramenti.
– Proprio nell’ottica di coordinamento, crediamo possa essere utile l’attivazione immediata del COC e la realizzazione di un piano di emergenza, qualora la situazione dovesse peggiorare. Lo stesso COC
dovrebbe occuparsi dell’organizzazione di tutte le attività di monitoraggio del territorio e di Protezione Civile necessarie in questi giorni.

Ribadendo la nostra disponibilità nei confronti dell’Amministrazione e della città che tutti noi amiamo, siamo certi del fatto che le nostre proposte saranno prese in considerazione e vagliate con attenzione. Insieme ce la faremo”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.