Paternò, marcia indietro sul Pronto Soccorso. Naso: “Buona notizia”

Sharing is caring!

Di ieri la notizia secondo cui il Pronto Soccorso di Paternò chiuderà i battenti, a seguito di un decreto di riordino assessoriale regionale che sarebbe dovuto passare poi dalla Commissione Sanità all’Ars e poi in Assemblea Regionale. Di oggi una improvvisa ed inaspettata marcia indietro. L’assessore regionale Baldassarre Gucciardi precisa ha precisato che vi è stato “un errore nel calare i dati nei computer”, e che quindi “il Pronto Soccorso dell’ospedale di Paternò non chiuderà”.

Nino Naso

Nino Naso

A margine dell’intervento di Gucciardi, Nino Naso ha precisato: “La prospettiva di chiusura del Pronto Soccorso del “Ss. Salvatore” di Paternò mi ha rattristato e ha amareggiato tutta la città di Paternò, specie a seguito dell’indiscriminato ridimensionamento del nostro presidio dei mesi scorsi con la soppressione, tra gli altri, del Punto Nascita. Accolgo positivamente la dichiarazione rassicuratrice dell’assessore alla Sanità Gucciardi che, come preannunciatomi questa mattina al telefono, ha assicurato che il nostro Pronto Soccorso non chiuderà. Il nostro PS offre assistenza per oltre 30mila prestazioni, mentre la legge abolisce tutti i PS che non raggiungano le 20mila. È una notizia positiva per Paternò e per i paternesi, che in queste ultime ore si erano visti colpire ancora una volta su un tema, quale quello del diritto alla salute, che abbiamo sempre avuto a cuore”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.