Matteo Messina Denaro: “Mi avete preso per colpa mia, nessuno mi ha tradito”

Sharing is caring!

“Mi avete preso per il male sennò non mi prendevate. Con la mente ho ricostruito tutto, come è stato il discorso, so che non c’è stato nessun traditore. La mattina che mi hanno arrestato la prima cosa che uno pensa è che qualcuno ha tradito. E’ stato tradito Gesù Cristo…”. Così Matteo Messina Denaro durante gli interrogatori resi ai pm di Palermo il 7 luglio scorso nel carcere de L’Aquila. Sarebbe morto due mesi dopo. “Il colonnello mi ha detto ‘le assicuro che non l’ha tradita nessuno’ e io non gli ho creduto. Poi ragionando ho detto: vero è. Ho letto le carte e mi sono fatto pure una logica”, aggiunge il boss. “Mi avete preso per la malattia o per un errore mio, dirlo a mia sorella. Perché gliel’ho detto? Non volevo farmi trovare morto e nessuno in famiglia sapeva niente”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.