Guerra Ucraina. Merkel: “Non avevo potere per influenzare Putin”

Sharing is caring!

In un’intervista concessa al settimanale tedesco “Der Spiegel”, Angela Merkel, ex cancelliera della Germania, ha raccontato di aver cercato di convincere gli alleati europei circa la necessità di trovare una modalità per dialogare con il presidente russo, Vladimir Putin, sull’Ucraina, ma di essersi resa conto di non avere più influenza. Merkel, tra l’altro, ha spiegato di aver sollecitato l’iniziativa dal momento che percepiva che il Protocollo di Minsk, l’accordo firmato nel 2014 da Ucraina, Federazione Russa, Donetsk e Lugansk sotto gli auspici dell’Organizzazione per la Sicurezza e la cooperazione in Europa e che cercava una soluzione politica al conflitto, era diventato ormai obsoleto. “L’accordo di Minsk era stato lasciato vuoto”, ha proseguito nell’intervista l’ex cancelliera. “Nell’estate del 2021, dopo che i presidenti Biden e Putin si erano incontrati, cercai di creare un nuovo formato di dibattito europeo indipendente con Putin e con Emmanuel Macron nel Consiglio dell’Ue”, ha sottolineato. Ma “alcune persone si opposero e non ebbi più la forza di impormi perchè tutti sapevano che me ne sarei andata in autunno”, ha rivelato ancora.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.