Super Green pass, Costa: “In zona arancione più libertà per i vaccinati”

Sharing is caring!

Apre ufficialmente da oggi in Italia la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per gli over-40, mentre sale il pressing di Regioni e degli scienziati sul governo per accelerare sul green pass rafforzato. E dal governo arriva un prima risposta circa l’ipotesi di limitare movimenti e spostamenti ai non vaccinati. “Qualora ci dovesse essere un passaggio in arancione di qualche Regione, siccome questa misura prevederebbe in automatico tutta una serie di restrizioni come la chiusura dei ristoranti alla sera oltre che cinema e teatri, in questo caso dobbiamo mettere in atto un sistema che dia la possibilità a chi si è vaccinato di poter continuare a usufruire di queste libertà”.

Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Rainews24. “Per chi invece decide di non vaccinarsi – ha detto – è giusto garantire il diritto al lavoro ed i diritti primari, ma se una persona non si vaccina è giusto che abbia qualche restrizione in più”. Già in mattinata il sottosegretario aveva dichiarato a Tg2 Italia su Rai 2 che “certe attività come andare ristorante, cinema o teatro, con un peggioramento queste attività andrebbero riservate ai vaccinati”. E spiegato che “da questa settimana inizierà un percorso con le Regioni, dal governo c’è sempre stata la massima disponibilità per il dialogo. La riflessione che dobbiamo fare – ha proseguito – è quella per cui se ci dovesse essere un passaggio di una Regione in colore arancione, essendo previste restrizioni e chiusure, non ci possiamo più permettere di chiudere quelle attività che tanto hanno sofferto, soprattutto se oltre 45 milioni di cittadini si sono vaccinati”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.