Paternò. Vito Rau e Carmelo Tirenna si auto-sospendono da FdI

Sharing is caring!

“In merito a quanto appreso dalla stampa in data 15 luglio 2020 circa la sospensione dal Partito Fratelli d’Italia dei consiglieri comunali del Gruppo “Alleanza per Paternò”Agata MarzolaAlfredo SciaccaTuccio Paternò, il Circolo cittadino di FdI “Giorgio Almirante” di Paternò e l’Associazione Politico Culturale “Alleanza Per Paterno”, pur riconoscendosi nell’azione politica del leader Giorgia Meloni e apprezzando il lavoro svolto nel territorio dall’on. Gaetano Galvagno – si legge in un comunicato stampa – non potendo e non volendo rimanere indifferenti alla sospensione dei consiglieri comunali avendone come gruppo politico unito e coeso condiviso tutte le azioni intraprese, dichiarano di auto-sospendersi con effetto immediato dal partito Fratelli D’Italia e sino all’esito della commissione provinciale di garanzia alla quale i consiglieri sono stati deferiti.

I consiglieri comunali citati, in effetti, sono stati raggiunti nei giorni scorsi da una missiva del coordinatore provinciale per Catania di FdI, Alberto Cardillo, che comunicava ai consiglieri stessi la loro sospensione ed il deferimento all’Organo di Garanzia provinciale del partito della Meloni, a seguito della votazione della mozione di sfiducia al sindaco di Paternò Nino Naso: mozione nei confronti della quale il partito in via ufficiale aveva fatto sapere di non volere aderire, cercando di riunificare le anime dello stesso partito proprio a ridosso del voto in sede di Consiglio Comunale. Azione ignorata dai tre consiglieri, che hanno tirato dritto e che hanno invece votato positivamente la mozione contro il primo cittadino paternese. Di oggi, quindi, anche la suto-sospensione dell’ex assessore Vito Rau e del presidente del Circolo territoriale di FdI “Giorgio Almirante” Carmelo Tirenna, azione intrapresa con ogni probabilità per anticipare il partito da un provvedimento analogo che sarebbe stato inflitto anche a questi ultimi. Si attendono, quindi, le determinazioni dell’Organo di Garanzia provinciale.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.