Paternò. FdI chiede il ritiro della firma sulla sfiducia. Comunicato ufficiale

Sharing is caring!

Comunicato ufficiale di Fratelli d’Italia Paternò

“In merito alla mozione di sfiducia avanzata da 10 consiglieri comunali, da rappresentanti dell’amministrazione comunale di Paternò, sentiamo il dovere di lanciare un appello alla coesione e alla ricerca dei valori che ci uniscono più che a quelli che ci dividono, specie in questo tempo di gravi difficoltà per la nostra comunità.

E’ necessario riportare il dibattito politico nel campo delle argomentazioni e della dialettica che conducono al confronto e non allo scontro violento e accusatorio. La mozione di sfiducia è un atto politico molto importante e non può e non deve essere il risultato di reciproche recriminazioni, né tantomeno una contrapposizione di ruoli fine a se stessa.

Fratelli d’Italia a Paternò è un partito importante ed ha meriti e responsabilità governative, ma nello stesso tempo presenta al proprio interno posizioni più critiche che non devono essere soffocate ma al tempo stesso dobbiamo creare le condizioni affinché non vi siano disagi e imbarazzi che non appartengono alla nostra storia e alla nostra identità. Pur tollerando le diverse sfumature o i diversi giudizi sull’operato di quella che noi riteniamo sia comunque una buona amministrazione, non dimentichiamo mai che se siamo tutti qui è solo per servire la nostra città.

Detto ciò sentiamo la necessità di condannare gli scambi violenti di accuse e la vivacità di toni impropriamente messi in campo, da qualsiasi parte siano provenuti, riteniamo opportuno ripristinare il tempo del rispetto dei ruoli e la garanzia di toni efficaci ma pur sempre pacati e rispettosi. Ed i primi a fare attenzione su ciò saremo noi che abbiamo la responsabilità di governare questa città.

Ordunque, se uno dei motivi principali della sottoscrizione della mozione di sfiducia è riconducibile a talune accuse irruente rivolte all’opposizione, pur non ritenendo questo un motivo sostanziale per la sottoscrizione di una mozione di sfiducia, con la buona volontà di chi vuole ristabilire un clima di rispetto reciproco, nell’interesse esclusivo di servire Paternò e i paternesi, senza scadere in beghe che lasciano solo cicatrici personali e nulla di buono per la città, riteniamo che assumendo un preciso impegno ad essere tutti più pacati e rispettosi, si possa recuperare un senso dell’impegno comune, pur dalle diverse posizioni di maggioranza ed opposizione, riconoscendo altresì anche le difficoltà di un’Amministrazione che sta cercando di recuperare terreno da anni di scelte precedenti non propriamente oculate.

Per questo, e concludiamo, chiediamo ai consiglieri che abbiano firmato la mozione di sfiducia perché offesi da talune esternazioni ritenute non consone, ed in modo particolare ai Consiglieri Sciacca, Marzola e Paternò, notoriamente vicini a Fratelli d’Italia, di ritirare la propria firma nella mozione di sfiducia, per ritornare tutti insieme ad un percorso da un lato rispettoso della posizione di sostegno alla giunta da parte di fdi a Paternò che, d’altro lato, può consentire quando necessario, l’esercizio di critica anche esplicita, da parte di singoli consiglieri del nostro partito senza che mai trasmodi in preordinata “cobelligeranza” con l opposizione.

Siamo certi che questo appello ( del quale abbiamo correttamente informato il sindaco) frutto di buona volontà e di meditata riflessione col coordinatore cittadino di fdi, verrà valutato e accolto positivamente nel solo e preminente interesse della nostra città a cui tutti vogliamo riferirci”.

Angelo Calenduccia (coordinatore comunale Fdi)
Ignazio Mannino (componente direttivo provinciale FdI-Vice sindaco)
Rosanna Natoli (componete Assemblea Nazionale FdI-Assessore)

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.