Roma. Inchiesta nomine, al via processo Raggi

Sharing is caring!

La sindaca di Roma Virginia Raggi durante una conferenza stampa all'interno della piccola Protomoteca, Roma, 5 gennaio 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

La sindaca di Roma Virginia Raggi durante una conferenza stampa all’interno della piccola Protomoteca, Roma, 5 gennaio 2018.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Prima udienza, durata pochi minuti, del processo che vede imputata la sindaca di Roma, Virginia Raggi, per falso nella vicenda nomine al Comune di Roma. La sindaca, come annunciato ieri, non era presente in aula. La sentenza non arriverà prima dell’autunno prossimo. Il giudice monocratico Roberto Ranazzi, in apertura di udienza, ha riferito di avere “ottenuto dal presidente del tribunale di portare questo processo anche nella fase preferiale, quindi andremo avanti per tutto luglio e saremmo anche disponibili a chiudere il procedimento entro il 30 luglio”. Una ipotesi che però è tramontata quasi subito alla luce dei testi citati dall’accusa e dalla difesa che porteranno, necessariamente, il processo a dopo l’estate. “Apprezziamo il rispetto del ruolo istituzionale nella volontà di concludere in breve il procedimento. Poi certo, ci si scontra con la realtà delle cose”, hanno detto gli avvocati Emiliano Fasulo e Alessandro Mancori, difensori del sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.