Stoccolma, preso l’attentatore. “È un 39enne uzbeko pro Isis”

Sharing is caring!

STOCCOLMA-ATTENTATORE-300x267La polizia svedese ha posto in stato d’arresto d’arresto un uomo in Svezia con l’accusa di “omicidio con carattere terroristico” in relazione all’attentato di venerdì a Stoccolma, quando un camion ha travolto tutto ciò che incontrava in un’area pedonale nel centro della capitale svedese uccidendo quattro persone e ferendone 15. 

Ci sono ancora 9 persone, tra cui un bambino, ricoverate in gravi condizioni in vari ospedali a Stoccolma. Persone rimaste coinvolte nella folle corsa del camion. Tra i 15 feriti, sei sono già stati dimessi. Rimangono in ospedale otto adulti e un bimbo, che è grave. Un altro bambino, ferito solo leggermente, è invece già stato dimesso.

Il quotidiano Aftonbladet aggiunge che l’uomo è un uzbeko, 39enne padre di quattro figli, che aveva manifestato sul web simpatie per i sanguinari jihadisti del Califfato, ma non è chiaro il suo livello di coinvolgimento. L’uomo, che ha 39 anni, è stato fermato nel quartiere di Marsta, alla periferia di Stoccolma, nella tarda serata di venerdì perché si comportava in maniera anomala. L’uzbeko, che risiede in un quartiere periferico della capitale, ha utilizzato la sua pagina su Facebook per postare video propagandistici dell’Isis e aveva aggiunto I like a una foto di vittime insanguinate della maratona di Boston, nel 2013. Nella serata di venerdì, è stata fermata anche un’altra persona alla periferia di Stoccolma, a Hjulsta. Alcune media svedesi, dicono che tra i due uomini c’è un collegamento. IlGiornale

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.