Riapre l’università di Berlusconi. Si chiama “Universitas Libertatis”

Sharing is caring!

“Entriamo in un’era nuova. Quella del professionismo politico. Vogliamo riaccendere nei nostri futuri politici il senso di responsabilità e l’entusiasmo nel perseguire con competenza, serietà e concretezza gli ideali europeisti, atlantisti, garantisti, cattolici e liberali”. Una foto dell’ex premier Silvio Berlusconi sotto cui appare una scritta con queste parole. La sede del nuovo Istituto: Villa Gernetto, in Monza Brianza. Il primo master attivato riguarda la formazione politica ma da aprile ne partiranno altri dieci.

“Il corso avrà due parti – spiega all’AGI la professoressa Anna Pirozzoli, direttrice dell’Università della Libertà – Una sarà telematica, l’altra in presenza. Oltre alle lezioni classiche, politici e amministratori delegati di aziende importanti porteranno le loro esperienze, dando una visione concreta”. 

Terranno ‘lectio magistralis’, tra gli altri, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Giuseppe Moles e il numero uno dell’Ente nazionale per il Microcredito Mario Baccini. “Il nostro obiettivo è formare politici che abbiano competenze perché solo sulla base di queste si possono prendere decisioni produttive” spiega Pirozzoli, che aggiunge: “I prossimi corsi saranno sulla transizione ecologica, su quella digitale e sulle relazioni internazionali”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.