Forza Italia cresce: è l’effetto Silvio su Draghi. I numeri

Sharing is caring!

Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia.

Il leader di Forza Italia, nella settimana dal 15 al 21 febbraio, mette tutti i sondaggisti d’accordo. Nelle intenzioni di voto il partito del Cavaliere si lascia alle spalle il 7 per cento per raggiungere l’8,3. Stando alla media realizzata da Termometro Politico c’è anche chi, come Euromedia Research, lo dà addirittura al 10,6 per cento (SWG invece dice 6,9). Ad avere la meglio dall’arrivo di Mario Draghi al governo, la Lega. Il Carroccio di Matteo Salvini, sono le rilevazioni di Tecné, SWG, Index Research, Emg e Quorum, sale al 23,9 per cento (sette giorni fa era al 23,7 medio). 

In lieve crescita anche l’alleata Giorgia Meloni che con Fratelli d’Italia tocca quota 16,6 per cento (Fdi era al 16,5, ma due settimane fa era ferma al 16,1) e guadagna sul Movimento 5 Stelle che viaggia due punti e mezzo sotto. I grillini vantano infatti un misero 14,1 per cento nella media dei sondaggi e in netto calo sui sondaggi delle ultime due settimane che lo quotavano sempre al 14,8 per cento.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.