Paternò. Precisazioni del sindaco Naso su finanziamenti alle scuole

Sharing is caring!

È di questi giorni la notizia che il ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina ha contattato telefonicamente il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Don Milani“ di Paternò Carmelo Santagati, per manifestare la sua solidarietà a seguito dell’incendio, probabilmente di natura dolosa, che ha coinvolto l’istituto (nello specifico, ex IV Circolo Didattico). A tale proposito, il sindaco Nino Naso precisa che vi sono già in atto degli interventi che coinvolgono direttamente gli edifici scolastici della città.

“In questi giorni abbiamo appreso dai media della telefonata intercorsa tra il ministro Azzolina e il dirigente scolastico della “Don Milani” e apprezziamo il suo interesse per una situazione critica che ci preme risolvere in tempi celeri. Ci tengo però a sottolineare che i lavori relativi a quell’edificio (ex IV Circolo), per un importo di 800mila euro sono stati non solo consegnati, ma anche già avviati. A causa dell’emergenza Covid-19 sono stati temporaneamente sospesi ma riprenderanno quanto prima”, ha dichiarato il primo cittadino.

L’intervento prevede la videosorveglianza di tutto il perimetro in cui è ubicata la struttura, la climatizzazione, l’impianto fotovoltaico, la pavimentazione del tetto. “Auspichiamo – ha aggiunto il sindaco – che l’interesse del ministro si concretizzi anche per i progetti che questa Amministrazione ha presentato per le altre scuole. In un momento di grande difficoltà, saremmo lieti se riuscisse ad accelerare l’iter burocratico per assicurare alla comunità scolastica un servizio davvero efficiente e sicuro, attraverso la realizzazione di scuole completamente rinnovate”.

Nello specifico sono stati presentati sei progetti per complessivi 25 milioni di euro che coinvolgono il plesso di Via Libertà (3.630.000 euro), l’ex IV Circolo (5.421.921 euro), i due plessi dell’I.C. “Marconi” (2.150.000 euro), e i Falconieri (6.598.000 euro), il III Circolo di via Pietro Lupo (4.423.000 euro). “Sarà nostra cura – conclude il sindaco – sollecitare i responsabili del MIUR – affinché possano essere subito finanziati tali progetti”.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.