Sondaggio, Pd accorcia sulla Lega. Forza Italia al 7,9%, Iv al 2,2%

Sharing is caring!

Penultimo giorno di luglio e nuovo sondaggio della settimana. Dopo le rilevazioni elettorati realizzate e pubblicate da Swg e Demopolis, ecco che arriva anche quella dell’Istituto Ixè. E l’ultimo report reso noto dall’istituto demoscopico contiene alcune novità. Andiamo a scoprirle.

Innanzitutto, continua a rimanere alto, anzi altissimo, il numero degli elettorali italiani che si dichiarano indecisi, oppure indirizzati verso l’astensione. Alle ultime elezioni europee, datate 26 maggio 2019, la percentuale dell’astensione toccò il 43,9%; oggi come oggi, invece, il cosiddetto partito del non voto pesa per il 38,6%. Insomma, praticamente trentanove italiani su cento non si recherebbero al seggio alla prossima tornata delle Politiche.

Venendo invece ai partiti veri e propri, il sondaggio vede al primo posto la Lega di Matteo Salvini, che però cede un punto percentuale rispetto alla precedente analisi, datata 21 luglio. Il Carroccio viene fotografato al 22,7% delle indicazioni di voto, venendo avvicinato dal Partito Democratico.

Già, risale – seppur di un decimo di punto negli ultimi dieci giorni – il Pd di Nicola Zingaretti: i dem, secondo il sondaggio, passano dal 21,8% al 21,9% delle preferenze. Meno di un punto, insomma, dividerebbe la Lega e il piddì.

Proseguendo nell’analisi del sondaggio, ecco il Movimento 5 Stelle. Il trend della compagine pentastellata è positivo, visto che i cinque stelle guadagnano nove decimi di punto, tornando sopra al 16%; per l’esattezza, i grillini sarebbero in grado di intercettare il 16,7% dei voti.

Ancora bene Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che va su dello 0,6% e arriva a toccare il 14,5%, confermandosi saldamente come quarta forza all’interno dello scacchiere della politica tricolore.

Nel centrodestra bene Forza Italia di Silvio Berlusconi: gli azzurri si mantengono stabili e sfiorano l’8% dei favori, arrivando al 7,9%. Ecco, sommando i volumi di FI, FdI e Carroccio, l’eventuale schieramento del centrodestra unito si porterebbe a casa il 45,1% dei voti.

Sotto Forza Italia troviamo dunque La Sinistra, che sale dello 0,2% e arriva al 3,6%. Un punto percentuale e rotti più sotto +Europa di Emma Bonino e Benedetto Della Vedova; i cosiddetti “radicali” riescono a mettersi le spalle sia Italia Viva di Matteo Renzi, sia Azione di Carlo Calenda: entrambi, secondo questo sondaggio di Ixè, non vanno oltre il 2,2% dei consensi. Infine, all’1,5% ci sono i Verdi, mentre tutte le altre liste sommate rappresentano il 4,3% dell’elettorato italiano.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.