Coronavirus, Sicilia “in guerra”. Esercito in strada

Sharing is caring!

Una parte dei militari dell’Esercito in servizio in Sicilia sarà da oggi impiegata nelle pattuglie di vigilanza urbana e nei punti di arrivo dei passeggeri. L’ha assicurato nella giornata di ieri il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in un colloquio con il governatore Nello Musumeci. Il governatore dell’Isola aveva avanzato due giorni fa un’ulteriore richiesta formale, in tal senso, al capo del Viminale, allarmato dalla crescita del tasso di contagio che da alcuni giorni si registra in Sicilia.

E’ sempre delle ultime ore la nuova ordinanza che limita ulteriormente spostamenti e aperture delle attività commerciali. Dal “divieto di pratica per ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale”, fino agli spostamenti con gli animali consentiti “solamente in prossimità della propria abitazione”. Sono alcune delle misure adottate dal presidente della Regione Siciliana, con le nuove misure che stringono ulteriormente le maglie sul fronte della lotta alla diffusione del coronavirus. Anche in questo caso, come già avvenuto per i Dpcm, le sanzioni per chi viola le regole sono quelle previste dall’articolo 650 del codice penale: fino a tre mesi di arresto o multa.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.