Parmitano torna sulla Terra

Sharing is caring!

Luca Parmitano

Luca Parmitano

Luca Parmitano è tornato a casa dallo Spazio. La Soyuz, con a bordo AstroLuca e i due colleghi, è atterrata come da programma, con un impatto soft nella steppa del Kazakhstan. “Che viaggio!” ha gridato l’italiano nella radio durante la discesa della navicella. Parmitano è atterrato dopo 210 giorni sulla Iss, insieme all’astronauta della Nasa Christina Koch – che nello spazio ha trascorso 328 giorni, la permanenza più lunga per una donna in una singola missione – e al cosmonauta russo Alexander Skvortsov.  L’atterraggio della capsula della Soyuz MS-13 nelle steppe del Kazakistan è avvenuto come previsto alle 10.12 ora italiana.

Parmitano, partito alla volta della Stazione spaziale internazionale il 20 luglio 2019, ha trascorso in orbita quasi sette mesi per la missione “Beyond” dell’Esa, la sua seconda missione di lunga durata sulla Iss dopo “Volare” dell’Asi nel 2013. “Bentornato sul nostro pianeta! Congratulazioni!”. La prima donna astronauta Italiana dell’Esa, Samantha Cristoforetti, saluta così con un tweet il rientro sulla Terra del collega Luca Parmitano.

Apparso sorridente e tranquillo subito dopo l’atterraggio, l’astronauta dell’Esa si è sottoposto ai primi controlli medici che gli hanno misurato la pressione. Accanto a lui i compagni di missione. Ancora seduto nelle poltrone di atterraggio, Alexander Skvortsov si è anche mangiato una mela. Con la fine di questa missione AstroLuca non ha alcuna intenzione di fermarsi. Così ha scritto in un tweet. “Il rientro è il primo passo della prossima avventura“. Quotidiano.net

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.