A Paternò bisogna “guarire” i sostenitori del “No”: dalla piscina al Natale

Sharing is caring!

di Andrea Di Bella

C’è da pensare, nello scorrere sui social e leggere quel che si legge. O magari frequentando un bar e origliare al tavolo vicino quelli che si sono ormai rivelati essere i sostenitori del “No”. “No” a qualsiasi iniziativa metta in campo chi attualmente governa Paternò. No alla riapertura della piscina, sia pure la propaganda contro la chiusura, ed infine contro l’affidamento temporaneo che ne garantirà la riapertura per nove mesi prima dell’affidamento definitivo, e per quindici anni, dell’impianto sportivo più importante della città.

natale

Un’immagine dei mercatini di Natale organizzati a Paternò ed un’istantanea dell’albero di Natale luminoso allestito in Piazza Regina Margherita (Quattro Canti).

No ai mercatini di Natale patrocinati dall’Amministrazione e organizzati dalle associazioni, per i quali nessuno dei commercianti interessati dall’evento ha mosso alcuna critica. “No” a Santa Barbara e agli onori che merita: dagli sfarzi ai fuochi piromusicali, ormai divenuti una tradizione di ogni anno. “No” a tutto quello che il primo cittadino Nino Naso dice e fa, in pubblico come in privato, in televisione come nel suo ufficio. E’ tutto un “No”, per fortuna di pochissimi e del tutto arginabile – dico io – dal quale la città sta guarendo piano piano, come una sorta di malattia, dopo una gestione di Paternò indiscutibilmente fallimentare. E giù con le critiche no sense di quei quattro rappresentanti politici – talvolta sostenuti da alcuni giornali ormai divenuti megafono stonato – che non intendono arrendersi al cambiamento vero che sta attuando chi amministra nella legalità e tra il consenso generale.

Se vi sono forze volenterose, è meglio che queste si mettano a disposizione di chi governa e di chi ha sempre e da sempre aperto le porte del Palazzo, con l’intento nobile ed ormai palese a tutti di condividere, di allargare, di aprire il fronte del “Sì”, di chi ha fatto dell’impegno civico la propria bandiera.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.