Il M5S in picchiata

Sharing is caring!

Nella media di tutti i sondaggi emerge un dato piuttosto evidente: il Movimento 5 Stelle non riesce a superare il 20%. E dunque si classifica in terza posizione, superato dal Partito democratico e dalla Lega di Matteo Salvini. A riferirlo è Alessandra Ghisleri, ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira su La7, che ha spiegato come i pentastellati siano in forte difficoltà: “Quelli della Campania del sud sono collegi che con la vecchia legge elettorale, con le elezioni di tutti i parlamentari nel 2018, sono andati in mano ai grillini“.

Nella due giorni a Napoli è stato infatti tentato di ricucire il rapporto con il territorio “cercando di sviluppare un partito nuovo e quindi anche di ristrutturarsi“. A rendere la vita complicata vi è anche il fatto che “la piattaforma Rousseau non sia così coinvolgente con l’opinione pubblica. Hanno bisogno di territorio e questo lo hanno capito bene“.

Il ruolo di Conte

La direttrice di Euromedia Research ha poi parlato anche di Giuseppe Conte, che rappresenta “una figura di taglio, di nuovo movimento. La presenza in Campania diventa fondamentale per far capire che da lì si potrebbe ripartire. È molto dialogante“. Da sottolineare infatti che il pubblico di Italia 5 Stelle ha riservato nei suoi confronti una standing ovation degna di nota, superiore a quella nei confronti del capo politico Luigi Di Maio.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.