“L’addio di Renzi? Me lo aspettavo”

Sharing is caring!

All’indomani dell’addio di Renzi al Pd, il segretario dem Zingaretti ammette con il Corriere che un po’ se l’aspettava, ‘per l’atteggiamento di vicinanza ma non partecipazione alla vita del partito che non ho mai compreso fino in fondo’. Si augura che la scissione non destabilizzi il governo, per quanto il rischio c’è, e guarda ad una riforma del partito: con il governo, la svolta che riaccenda l’economia e promuova la rivoluzione verde. E poi ‘non commettere l’errore di chiudersi nella dimensione del governo’, ma tornare a immergersi nella società e a organizzarsi in forme nuove. Nicola Zingaretti l’addio di Renzi al Pd un po’ se l’aspettava, “per l’atteggiamento di vicinanza ma non partecipazione alla vita del partito che non ho mai compreso fino in fondo”, ma adesso la priorità e garantire stabilità al governo e portare avanti “una riforma radicale” nel partito. Lo dice il segretario Dem in un’intervista in apertura di prima pagina al Corriere della Sera

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.