Prima la neve, poi il nuovo terremoto. Nel Centro Italia è un incubo

Sharing is caring!

Amatrice

Amatrice

Prima la neve, poi il terremoto. Una combinazione fatale per alcuni edifici di Penne, nel Pescarese, che, pur costruiti in zona sismica, sono crollati dopo le scosse di ieri. Una intera palazzina Ater di Via Caselli e tre abitazioni sono state inoltre evacuate a seguito delle scosse di terremoto di questa mattina. Questa sera sarà aperto il palatenda per consentire ai cittadini di alloggiare al caldo. Intanto, continuano le operazioni di sgombero della neve nelle contrade e sono state attivate le procedure per la richiesta di uomini dell’esercito: contattato il capo di gabinetto del ministro della difesa Roberta Pinotti.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.