Euro 2020. Mancini: “Non ho vinto da azzurro, voglio vincere da ct”

Sharing is caring!

EPA/ANDY RAIN

“Da giocatore azzurro non ho avuto la fortuna di vincere quel che avremmo meritato, ne’ con l’Under 21 ne’ al Mondiale ’90: spero di togliermi domani da ct quelle soddisfazioni che in nazionale mi sono mancate”: lo ha detto Roberto Mancini, alla vigilia di Italia-Inghilterra, finale di Euro 2020. “Se i ragazzi vogliono divertirsi ancora, abbiamo gli ultimi 90′ per farlo”. Lo dice Roberto Mancini, alla vigilia di Italia-Inghilterra, finale di Euro 2020.

“Ho definito all’inizio questa Italia divertente: lo ripeto oggi, e aggiungo sostanziosa. Non e’ mai stata facile, e i ragazzi l’hanno affrontata con grande forza”. “Possiamo giocare bene, fare una grande partita”. Cosi’ Roberto Mancini inquadra la finale di Euro 2020, contro l’Inghilterra domani. “Spero che la data di domani possa essere importante per una seconda volta per gli italiani”, ha aggiunto il ct, riferendosi alla conquista del Mondiale dell’Italia di Bearzot, l’11 luglio ’82

Chiellini: ‘In campo con cuore caldo e mente fredda‘ – “Senza un cuore caldo non sopravvivi a un match a Wembley contro l’Inghilterra. Ma domani servirà anche testa fredda per andare ad osare, e per i momenti in cui bisognerà essere lucidi e avere la situazione sotto controllo”. Così il capitano azzurro Giorgio Chiellini alla vigilia di Italia-Inghilterra. “Non avremo tutto sotto controllo per 90 minuti – dice ancora Chiellini – , ma siamo a Wembley in una finale, e per vincerla bisogna curare alla perfezione tutti i dettagli. E poi bisogna sdrammatizzare la tensione che ti porta una partita del genere, e fare da pompiere verso questo turbinio di emozioni”. “Questa finale bisogna godersela con gioia, spensieratezza e un pizzico di follia, che sono gli ingredienti che ci hanno permesso di arrivare fin qui e che ora possono permetterci di vincere questa Coppa”. Giorgio Chiellini spiega come deve fare l’Italia per vincere domani a Wembley contro gli inglesi. Ma come sarà sfidare un attaccante del calibro di Kane? “Fin dalla prima volta che ci giocai contro – risponde Chiellini -. Rimasi impressionato dalle sue molteplici qualità, fisiche e tecniche. Sono uno dei suoi più grandi estimatori, e ora lo rivedrò domani in campo: sarà una sfida difficile e stimolante”. Ansa

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.