Paternò. Visita del Console del Kazakistan in Sicilia: “Città bellissima”

Sharing is caring!

Il Console del Kazakistan in Sicilia, Alessandro Arborio insieme al Sindaco di Paternò Nino Naso.

E’ stato un incontro dall’alto profilo istituzionale quello tenutosi stamattina tra il Sindaco di Paternò Nino Naso ed il Console del Kazakistan in Sicilia, Alessandro Arborio Mella di Sant’Elia. Intervenuta attivamente alla conferenza con i giornalisti e diverse associazioni culturali della città anche l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Paternò Rosanna Natoli. Evento coordinato dall’esperto culturale dell’Ente Comunale, il giornalista Salvo Fallica, e con il supporto tecnico-burocratico della dott.ssa Lucia Longo.

L’incontro tra il Sindaco ed il Console che ha preceduto il dibattito, che si è tenuto nelle stanze di rappresentanza del Sindaco di Paternò presso Palazzo Alessi in Piazza Umberto, è stato un’occasione per affrontare moltissimi temi di stretta attualità sociale, economica, politica e culturale.

Più articolata e partecipata la seconda parte, coordinata dal giornalista Salvo Fallica, nello spazio antistante l’Aula dell’Assise Civica, trasformatosi eccezionalmente in spazio di dibattito e di interazione tra il Sindaco, l’assessore, il Console kazako. Il dibattito è stato seguito anche dalle Autorità civili e militari (erano presenti il vicequestore dott. Paolo Leone ed il comandante della Polizia Municipale di Paternò, dott. Antonino La Spina). Erano presenti anche diversi esponenti delle associazioni culturali tra cui diversi giovani. Lo spirito dell’iniziativa nasce dal desiderio dell’Amministrazione Comunale di voler promuovere le occasioni di sviluppo sociali, culturali e turistiche della nostra città, che certamente è dotata di un ricco patrimonio storico, archeologico ed artistico degno di essere potenziato, conosciuto e divulgato, al fine di elevare il valore etico, sociale e culturale della comunità paternese. 

Il confronto odierno tra il Console Arborio ed il Sindaco Naso è stato l’inizio di un dialogo di notevole apertura positivo e costruttivo. L’obiettivo è quello di costruire nel tempo ed in maniera razionale ed efficace dei progetti nell’ambito culturale, sociale, turistico di notevole valore. Durante il suo intervento, sui temi specificatamente culturali kazaki, il Console Arborio ha fatto un passaggio importante anche riguardo il 175mo anniversario della nascita di Abai Qunanbaiuly, poeta ritenuto fondatore e padre nobile della letteratura del Kazakistan.

Il Sindaco di Paternò Nino Naso si è detto “favorevolmente colpito” dalla generosità intellettuale, culturale ed istituzionale del Console Arborio. “Il Sindaco è stato già mio graditissimo ospite durante l’inaugurazione della sede del consolato nella Regione Sicilia – ha dichiarato Arborio – ed oggi sono felice di poterlo reincontrare nella sua città. Il Sindaco ha dimostrato durante i nostri colloqui un interesse forte nei confronti del popolo kazako, e la volontà di incontrarmi nuovamente il prima possibile. Spero sarà mio ospite a breve, perchè è assolutamente possibile creare rapporti tra di noi”.

“E’ un grande onore – dichiara il Sindaco Nino Naso – E’ la prima visita istituzionale di grande rilievo dopo la pandemia del Coronavirus. Devo dire che siamo stati accolti alla grande quando si è inaugurata la sede del consolato del Kazakistan a Catania a Palazzo Biscari. C’erano Messina, Taormina, Catania e Paternò ospiti. Penso sia un punto di partenza importante. Ho letto anche che c’è una realtà di cantastorie in Kazakistan – ha simpaticamente ricordato Naso – e Paternò è la patria nazionale e forse europea dei cantastorie. Siamo onorati della disponibilità del Console a tenere i rapporti aperti tra la nostra città e la diplomazia kazaka. Il fatto che il Console abbia scelto Paternò per parlare di cultura e ed anche di agricoltura, senza dimenticare la nostra arancia rossa di Paternò, è un grande messaggio di apertura vera e sincera che apprezzo moltissimo dal profondo del cuore”.

Il Sindaco di Paternò Nino Naso accompagna il Console Alessandro Arborio sul sagrato di Santa Maria Dell’Alto, sulla Collina Storica di Paternò.

Accorato e ricco di spunti anche l’intervento dell’assessore alla Cultura ed al Turismo Rosanna Natoli: “Siamo strafelici di ricevere il Console del Kazakistan, che è una Nazione che ha raggiunto in tutti i campi in cui si è spesa risultati degni di nota, come nel campo tecnologico e dello sviluppo. Questo di oggi – ha concluso la Natoli – deve essere un punto di partenza nel campo turistico e nel campo socio-economico. Mi auguro che questa non sia l’unica visita ma solo il primo di una serie di incontri, in modo tale da favorire sempre di più la vicinanza tra il popolo kazako e quello paternese”.

Il Console è rimasto molto colpito dalla ricchezza storica e culturale di Paternò ed ha molto apprezzato l’accoglienza istituzionale ed umana. Dopo il dibattito, il Console Arborio è stato accompagnato dal Sindaco Naso e dall’assessore alla Cultura Natoli in alcuni luoghi simbolici della città sul piano religioso, storico e culturale: si è partiti dalla chiesa dedicata alla Santa Patrona Santa Barbara per giungere sulla Collina Storica, sul sagrato della chiesa di Santa Maria Dell’Alto. La visita ha anche riguardato gran parte dei monumenti presenti sulla Collina Storica, la cui bellezza e valore sono stati molto apprezzati dal Console Arborio. In conclusione della visita istituzionale di oggi, il Sindaco Nino Naso ha auspicato che in futuro si possa realizzare la visita a Paternò dell’ambasciatore del Kazakistan in Italia, Sergey Nurtayev.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.