Sorpresa Centrodestra. Salvini vota a sorpresa Bernini anziché Romani

Sharing is caring!

Anna Maria Bernini e Paolo Romani (Forza Italia)

Anna Maria Bernini e Paolo Romani (Forza Italia)

Arriva a metà pomeriggio la svolta nella trattativa per eleggere i presidenti delle CamereMatteo Salvini annuncia al Senato lo strappo nel centrodestra: la Lega, già nella seconda votazione a Palazzo Madama, ha votato per l’azzurra Anna Maria Bernini e lo farà anche domani, alla terza votazione. Una decisione, spiega, presa per ‘senso di responsabilità’, con l’obiettivo di ‘uscire dal pantano’ nel quale il nuovo Parlamento è finito già alla prima seduta. Silvio Berlusconi decide di convocare a Palazzo Grazioli lo stato maggiore del partito per fare il punto della situazione: ‘Voti Lega a Bernini rompono coalizione. Smaschera progetto governo Lega – M5s’, dice Silvio Berlusconi. 

In serata arriva la disponibilità dal M5S:  “Per la presidenza del Senato siamo disponibili a sostenere la Bernini o un profilo simile”. Intanto Silvio Berlusconi fa sapere che nutre stima nei confronti di Anna Maria Bernini e l’ex premier lo avrebbe ribadito anche nell’incontro con la senatrice a palazzo Grazioli a cui però avrebbe detto di non poter sostenere la sua corsa: “Non possiamo accettare candidature scelte da altri ma non posso accettare diktat. Bernini, sempre a quanto raccontano fonti di Forza Italia, avrebbe offerto al Cavaliere la disponibilità a ritirarsi”. Infatti, poco dopo, fonti di Forza Italia fanno sapere che èo “certa già nelle prossime ore la rinuncia da parte della senatrice Bernini alla candidatura alla presidenza del Senato fatta da altri partiti come atto ostile nei confronti di Fi e non concordata in alcun modo con la coalizione”. Pochi minuti dopo infatti la stessa Bernini rilascia una dichiarazione: “Sono indisponibile ad essere candidato di altri”. Ansa

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.