M5S, il caso del master fantasma in Usa del capo comunicazione Casalino

Sharing is caring!

La notizia approda su Twitter (da un account a firma Paolo Polverosi) e poi sui quotidiani online: nel curriculum presentato alle primarie delle regionali lombarde 2013, e poi nel curriculum presente sul social network Linkedin, Rocco Casalino, capo della Comunicazione dei 5 Stelle, vanta un «master» all’università statunitense di Shenandoah. Che però, all’ateneo, non risulta. Un giallo al quale Casalino risponde un po’ incredulo. «Non ho nessun master, non capisco perché ci sia scritto. E non ho mai usato Linkedin. Qualcuno deve averlo fatto al posto mio. Mi chiedo se qualcuno ce l’abbia con me, se sia una trappola. Forse c’è stato l’intervento di un hacker». Ha falsato il curriculum per vantarsi con i 5 Stelle? «Ma no, non ricordo neanche di aver presentato un curriculum. Sto facendo verificare. E poi neanche mi candidai, ho fatto solo la graticola. Tra l’altro c’è un video di presentazione nel quale non cito nessun master».

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.