Politiche, in Sicilia è caos dopo presentazione liste Pd

Sharing is caring!

155856711-34f771bb-5196-4f96-a4ce-24771058abb4

Raia e Ribaudo rinunciano alla candidatura nell’uninominale. Nel Nisseno, come riportato da Repubblica Palermo, affissi cartelli con su scritto: “Chiusi per dignità”. Il rettore di Messina Navarra attaccato da Crocetta: “Querelo chi cita la parentela con mio zio”.

In tanti tra i dem restano fuori dalle liste: da Beppe Lumia al presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci. L’ex governatore Rosario Crocetta, non candidato, attacca da giorni la scelta di Renzi di puntare sul rettore Navarra e non su di lui: “E’ il nipote del capomafia di Corleone, coinvolto anche nell’omicidio di Rizzotto, Michele Navarra“, va ripetendo l’ex governatore. La replica del rettore Navarra è molto dura: “Noto con rammarico che, addirittura prima ancora dell’inizio della campagna elettorale, personaggi protagonisti del recente passato politico hanno rilasciato dichiarazioni infamanti nei miei confronti, con riferimento alla vicenda che vide coinvolto mio zio. Affermazioni ingiuriose, rilanciate da alcuni organi di stampa. Premetto che la mia posizione su questo argomento è ben nota da tempo: si parla di persone morte prima della mia nascita e ogni collegamento non può che rappresentare una volgare strumentalizzazione”, dice Navarra. “Non sono – aggiunge – disposto a tollerare ulteriori attacchi su tali temi. Con estrema chiarezza, pertanto, puntualizzo che presenterò querela contro chi rilascerà dichiarazioni di questo tipo e nei confronti delle testate che daranno spazio a simili considerazioni”. Il clima in casa dem è incandescente. Crocetta annuncia per domani una conferenza stampa con “altre rivelazioni” su alcuni canddiati dai dem al posto suo, di Lumia e di Antoci.

Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.