10222017FREEDOM FLASH:


digital-audience

Dall’ISIS a Tiziana, se internet ci cattura serve l’esorcista

di Valerio Musumeci Chissà se Padre Amorth, che da vivo lamentava lo sfruttamento indebito della propria immagine sui social network – «Addirittura vi sono pagine Facebook che io non ho mai curato e di cui non sono responsabile e nelle
194457751-974d7bbc-fcab-4674-a3aa-f44bf04d1038

Un’altra storia sbagliata

di Valerio Musumeci La tragedia, il dolore, la paura della forza misteriosa che vive sottoterra e può farci cadere la casa sulla testa da un momento all’altro, e poi la reazione, il coraggio, la volontà di ferro di quelli che chiamiamo
8e0e87cc2957dd434816a5a6e1c6c571-13211-kUmF-U1090301491616vt-1024x576@LaStampa.it-Home Page

Si piange per i morti, si lavora per la vita

di Valerio Musumeci E’ deformazione professionale controllare le agenzie nel bel mezzo della notte, quando la mente sta per arrendersi al sonno e l’alba non è lontana da venire. In genere non vi si trova niente, stavolta vi si
papa3

Preghiera e Comunione contro il nulla che vuole inghiottirci

di Valerio Musumeci La tragedia di Saint-Etienne e il volto scavato di padre Jacques – tra le cui foto, pochissime, s’è trovata quella che comporrà un giorno il suo santino: curvo sul leggio, di tre quarti, il naso adunco e saggio,
sposi

Scappare dalla morte per trovare la morte

di Valerio Musumeci Se Emmanuel fosse vivo – invece è morto, è rimasto ucciso in una rissa di cui ancora non si è capito nulla, se non che si è consumata tra lui e alcuni abitanti della città di Fermo, dove viveva con la moglie –

Se chi segue il comico non sa ridere

di Valerio Musumeci La Raggi è finalmente un politico rispettabile. E non perché abbia vinto le elezioni a Roma, sconfiggendo Giachetti ed aprendo – con la grossa mano della collega Appendino a Torino – la crisi interna al PD; non perché
Matteo Renzi

Renzi fa innamorare la dama russa. Adesso servirebbe il lettone di Putin

di Valerio Musumeci Hai capito Matteo Renzi? Mentre in Italia si tenevano le elezioni e il PD perdeva metà dei capoluoghi, mentre il Movimento Cinque Stelle conquistava Roma e Torino, mentre la destra rifiatava e il malcontento montava tanto
13494892_10154262877694137_9171724477814174736_n

LA CAVALCATA DELLE VALCHIRIE

di Valerio Musumeci Non c’eravamo, nella stanza d’albergo di Beppe Grillo, prima che questi si affacciasse a salutare la folla raccolta sotto la finestra – un tempo si usava il balcone – alzando le braccia al cielo con un appendino
Il premier Matteo Renzi

L’unica profezia possibile su Renzi e sul voto

di Valerio Musumeci Il fatto che io scriva il mio editoriale sui ballottaggi di oggi, 19 giugno, all’una e trenta di notte invece che alle nove di domani mattina non è in sé particolarmente significativo. Lo sarebbe, e in quel caso
mafia-e-terrorismo2 (1)

La mafia è terrorismo e il terrorismo è mafia

di Valerio Musumeci Parlare di terrorismo islamico e scriverne è sempre molto complicato. Come lo è parlare di mafia, argomento delicatissimo, intrecci di emozioni e storie, eroi che sono caduti ed altri che lottano ancora: perciò quando
berlusconi giovane 2

Caro Silvio ti scrivo

di Valerio Musumeci Caro Silvio, ci sono occasioni nella vita in cui la politica e gli affari non contano nulla. Come oggi: ti operi al cuore, tu vecchio leone mai domo – mi permetto il “tu” perché hai detto di essere sempre
Renzi-il-Duce-by-Luca-Peruzzi_mm

Renzi, l’autoritarismo, il Mein Kampf. Appunti su un dominio che non è dittatura

  di Valerio Musumeci Dormiremo con le porte aperte e i treni arriveranno in orario. Se autoritarismo è, questo renziano, non resta che coglierne gli aspetti positivi pescando dalla memoria le frasi dei nostri nonni. “C’era poco ma
mafia-capitale1-999x666

Mafia Capitale, aveva capito tutto Pippo Fava trent’anni fa

di Valerio Musumeci Parliamo di mafia. E iniziamo dalle basi. Che cosa è? Interrogato a proposito sette giorni prima di tirare le cuoia, Pippo Fava, colui che fece scoprire alla città di Catania che nel suo proprio seno essa si nascondeva
l43-berlusconi-borsa-111107200934_big

Gli investitori vogliono Berlusconi fuori. Ecco cosa rischia il Biscione

di Valerio Musumeci Mo’ se fossimo nei panni di Berlusconi qualche domanda ce la faremmo. Non tanto sulle Amministrative – che non sono andate malaccio per Forza Italia -, non tanto sul Milan – che se pure si spiccia a venderlo
maxresdefault (1)

Quel chiacchiericcio inutile sulla strada di Francesco

di Valerio Musumeci Chi ha voglia di questionare un po’ su Papa Francesco? Tutti, pare. Lo fanno con gran piacere i cattolici di ogni latitudine spirituale, i conservatori e i progressisti, gli austèri e i fru fru; lo fanno gli agnostici
festa-della-repubblica-2-giugno

Fin quando non torneremo a votare bestemmieremo la Festa della Repubblica

di Valerio Musumeci Oggi è il 2 giugno. E’ la Festa della Repubblica. E’ il giorno delle frecce tricolore e della parata militare, quella per la quale si sono scervellati a decidere se i marò finalmente tornati in Italia dovessero
giorgio-napolitano-1030x615

La mantide vuole le riforme. E le avrà

di Valerio Musumeci Ci siamo presi alcuni giorni prima di commentare l’ospitata del presidente emerito Giorgio Napolitano da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa. Se da una parte la necessità giornalistica ci imponeva di passarne subito notizia
Giovanni-Falcone

Non c’è più tempo, vincere o morire

di Valerio Musumeci La cosa che colpisce è l’editoriale di Eugenio Scalfari: “Non c’è più tempo”. Sta lì, nella prima pagina de La Repubblica del 24 maggio 1992. Il giorno prima Giovanni Falcone è saltato in aria
image-11-640x375

La Boschi a Catania sente “profumo di futuro”: vittoria al referendum e Bianco alla Regione

di Valerio Musumeci Il ministro Boschi a Catania non è un fatto per niente casuale, come non è casuale ciò che il ministro ha lasciato agli atti scrivendo nel libro d’onore della città: «Un ringraziamento a questa straordinaria
Renzi, l'asino travestito da leone

Renzi da Vespa, il toscanaccio non delude mai

di Valerio Musumeci Matteo Renzi a “Porta a porta” – fatto salvo che per guardarlo tutto bisogna fare l’una e mezza di notte, e rinunciare a migliori occupazioni – è sempre uno spettacolo favoloso. Vi si trova
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.