12112017FREEDOM FLASH:


Nello Musumeci, governatore del Centrodestra in Sicilia.

In Sicilia sta per vincere il buongoverno contro gli sfascisti Cinquestelle

di Andrea Di Bella Il Centrosinistra affonda, Alfano cancellato dall’Ars, Grillo primo partito, il Centrodestra unito è al 40% trainato da Forza Italia. E’ questo il dato che si va delineando in modo sempre più netto a favore
Nello Musumeci, candidato presidente unitario del Centrodestra in Sicilia.

Domani liberiamo la Sicilia. Votiamo per Musumeci

di Andrea Di Bella Una raccomandazione doverosa: domani andiamo tutti a votare. Probabilmente è l’occasione elettorale più importante cui i siciliani siano mai stati chiamati a partecipare. La prima volta in cui il pericolo di consegnare
A sinistra Adolfo Messina, allora presidente di Pubbliservizi, insieme a Rosario Crocetta, presidente uscente della Regione Siciliana e riferimento politico di Messina.

LA GIUSTIZIA ESISTE

di Andrea Di Bella Una macchina criminosa messa in piedi al fine di garantire vantaggi economici personali per sé e per i cosiddetti componenti del “cerchio magico”, vale a dire tutti quei dipendenti che dichiaravano con i loro
L'ex sindaco di Paternò Mauro Mangano.

Paternò. Mauro Mangano il distruttore

di Andrea Di Bella La campagna elettorale è iniziata. C’è il giornalista Distefano con la sua coalizione politica (a suo sostegno molto probabile anche una scesa in campo di Forza Italia con le effige di partito), ci sarà un candidato
Marra e Raggi

Roma, il caso Marra e la moda del “Scusa, ho sbagliato”

di Andrea Di Bella Domanda: è possibile nessuno abbia dubitato di tale Marra? Possibile che un movimento tanto attaccato al curriculum e all’onestà dei suoi iscritti e rappresentanti non abbia dato un’occhiata proprio a quello
boschi-alfano-2

Si è insediato il Governo dei bugiardi

di Andrea Di Bella Ecco insediato il Governo dei bugiardi. Tolte le dimissioni di Matteo Renzi da presidente del Consiglio, uno specchietto per le allodole peraltro senza senso (per le modalità e i tempi cui sono state rassegnate), a Roma
panorama-paternovvvvv

Paternò, la pseudo Forza Italia

di Andrea Di Bella Riuniti a Paternò domenica scorsa i “quadri dirigenti e i rappresentati istituzionali che si riconoscono in Forza Italia”. Raccomandazione senza fronzoli ai cittadini: diffidiamo ed invitiamo tutti a diffidare
1452352147969-jpg-il_piano_di_renzi_per_tornare_alle_urneperche_e_quando_vuole_caderee_studia_il_rimpasto__i_nuovi_nomi

Renzi il furbo: manda avanti Gentiloni e ricicla i trombati

di Andrea Di Bella Iniziamo dal voto referendario. “Renzi si è dimesso”, vi diranno quelli che domenica scorsa hanno votato Si. Non è vero. Renzi ha promesso, in una intervista di alcuni mesi fa a RepubblicaTV, che se avesse vinto
berlusconi-1400x788

BERLUSCONI E’ ANCORA IL LEADER

di Andrea Di Bella Ha atteso che Alessandra Ghisleri gli consegnasse le ultime rilevazioni sul Referendum. Assodato il vantaggio del No ha deciso di tornare in televisione, con una valvola aortica nuova e quell’inguaribile ottimismo che
santa barbara

Paternò, Santa Barbara. Questa è la fine politica del sindaco Mauro Mangano

di Andrea Di Bella Non siamo riusciti a chiudere il bilancio, proveremo a finanziare personalmente i festeggiamenti, i cittadini ci capiranno. Con queste parole il sindaco di Paternò Mauro Mangano ha liquidato la questione Santa Barbara. Con
paterno1

Paternò, Amministrative 2017: sì ad un’intesa popolare per bene della città

di Andrea Di Bella Centrodestra e centrosinistra, Forza Italia e Partito Democratico. Fuori dal perimetro della città ognuno ha e dovrà continuare ad avere il diritto di compiere le scelte che ritiene, ma al di dentro le decisioni da intraprendere
Laura Bottino, presidente del Consiglio Comunale di Paternò (Pd)

Paternò verso il voto. Tre domande al candidato sindaco Laura Bottino

di Andrea Di Bella La signora Laura Bottino ha deciso di confermare la sua disponibilità a mettersi alla testa di un progetto di “salute pubblica” a Paternò, in vista delle prossime elezioni Amministrative. In soldoni, viene
Stefano Parisi

Le ragioni del centrodestra

di Andrea Di Bella Le scorse elezioni Amministrative di giugno hanno consegnato al Paese un’inedita lettura politica relativamente le ragioni secondo cui un elettore dovrebbe preferire o meno una formazione anziché un’altra. Su Roma le
paterno_2011

Paternò verso il voto: la carica dei giovani che puzzano di vecchio

di Andrea Di Bella Tra non molto scatterà la corsa al consenso. Le elezioni si avvicinano, tutto normale. La questione, fidatevi, si sposterà sulla politica dei cosiddetti vecchi e dei cosiddetti nuovi, dove con vecchi intendono catalogare
img_20140102_092720-copia

Paternò, la chiusura del Pronto Soccorso non è scongiurata

di Andrea Di Bella Chiude il Pronto Soccorso, anzi no. Anzi si. Qual è la verità? La verità sta in mezzo, e chi ha ritenuto di dovere attaccare la stampa locale (noi compresi) rea di avere adeguatamente spiegato ai cittadini cosa stesse accadendo,
Mangano e Torrisi

Paternò, chiude il Pronto Soccorso. Precise responsabilità politiche

di Andrea Di Bella Ci hanno scippato l’ospedale, la notizia è questa. E non è neanche una notizia, gli addetti ai lavori questa eventualità l’hanno sempre ritenuta imminente nel tempo. I cittadini forse ci hanno creduto fino
Bandiera-Cinque-Stelle

Paternò e il falso primato dell’opposizione del M5S

di Andrea Di Bella Sia chiaro che ogni iniziativa di opposizione a questa Amministrazione e a chi la sostiene è benvenuta. Il Movimento Cinquestelle paternese ha finalmente uscito fuori la testa ed in una conferenza stampa ha ufficializzato
Matteo Renzi

LA PURGHETTA RENZIANA

di Andrea Di Bella La questione nomine Rai è la prova del nove. La conferma. La dimostrazione lampante. Siamo di fronte ad una specie di piccolo golpe, ma comunque gravissimo, cioè quello che mira all’informazione pagata coi soldi
Mauro Mangano, sindaco di Paternò

Paternò. Adesso il sindaco deve dimettersi

di Andrea Di Bella Non lo farà perchè lo scollamento è totale. Scollamento non solo dalla città e dai cittadini – quest’ultimo un fatto incontrovertibile e riconosciuto privatamente anche e soprattutto dai suoi sostenitori –
pdl-bandiere-650x274

Il centrodestra sia moderato e federatore

di Andrea Di Bella Moderato perchè gli estremismi non vincono. Federatore perchè necessita di uno sforzo inclusivo senza precedenti. Infatti, le ultime elezioni amministrative hanno dimostrato tre cose. La prima: senza il centro – dove
Chiudi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.