01192018FREEDOM FLASH:


“GRILLINI INCAPACI”

Silvio Berlusconi guarda con fiducia al 4 marzo. La coalizione di centrodestra con la formazione a 4 è pronta per la sfida delle politiche e delle regionali. Il Cav guarda i sondaggi e sente vicina la strada per la vittoria: “Il centrodestra trainato da FI è in crescita continua e per alcuni ha raggiunto la quota del 40%. Ma io punto più in alto, mancano due mesi alle elezioni”. Ma il Cav punta ancora più in alto: “Punto almeno a un 45% globale della coalizione”. Poi torna sul caso Maroni in Lombardia e di fatto parla della candidatura di Attilio Fontana: “Per la Lombardia stiamo valutando la proposta della Lega dell’avvocato Attilio Fontana – aggiunge – Da Sindaco di Varese si è dimostrato un amministratore valido e apprezzato. Stiamo attendendo i sondaggi sul confronto tra Gori/Fontana o Gelmini/Gori”. “Quella di Maroni è una scelta personale che rispetto. Lo dobbiamo ringraziare per il lavoro fatto alla guida della Lombardia e guardare con serenità e fiducia al futuro – prosegue Berlusconi – I cittadini conoscono i buoni risultati conseguiti dal governo di Centrodestra in Lombardia. Confermeranno il loro voto alla coalizione e noi ci assumeremo la responsabilità di guidare nuovamente una regione così importante per l’economia italiana”, afferma a Circo Massimo a Radio Capital. E sempre sul fronte delle Regionali, Berlusconi guarda anche al Lazio: “No, anche qui si è andati troppo avanti. Gasparri penso possa essere un ottimo candidato, ma siamo distanti da una decisione definitiva”.

Silvio Berlusconi al Congresso PPE, l'Italia e l'Europa che vogliamo 4 marzo 2016 ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Silvio Berlusconi al Congresso PPE, l’Italia e l’Europa che vogliamo 4 marzo 2016
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

“Fermeremo i grillini”

Poi una stoccata per i Cinque Stelle: “I grillini assegnerebbero responsabilità di governo a magistrati che sono i portabandiera del peggiore giustizialismo e dell’uso politico della giustizia. Insomma, c’è da aver davvero paura. Ma noi li fermeremo”. C’è anche spazio per un commento sulla proposta dem di abolire il canone Rai: “Renzi fa una proposta incomprensibile: abolire il canone RAI e trasferirne il costo sulla fiscalità generale. Cioè continuerebbero a pagarlo gli italiani”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SUI SOCIAL
    Chiudi

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Per saperne di più clicca su maggiori info.